Costituzione di una rete transfrontaliera di educazione ambientale

Censimento di soggetti impegnati nel campo dell’educazione ambientale

(Foto di A. Le Métayer)

“Villaggio educativo per la sostenibilità nelle Alte Valli” è uno dei sei progetti di cooperazione transfrontaliera che la Comunità Montana del Pinerolese sta realizzando in collaborazione con i diversi partners Francesi ed Italiani che compongono l’Associazione della Conferenza delle Alte Valli (CHAV): Comunità Montane e Comuni situati sul territorio della Maurienne, del Brinçonnais, delle Valli di Susa, Sangone e del Pinerolese, che da più di dieci anni sono attive nella progettazione dei fondi dell’Unione Europea ALCOTRA INTERREG e FESR.

“Villaggio educativo” offre alle collettività locali l’opportunità di creare un insieme organico delle iniziative che i territori svolgono sul tema della sostenibilità e delle buone pratiche di rispetto per l’ambiente e risparmio energetico.

Il censimento è mirato alla creazione di una rete transfrontaliera di soggetti che operano nel campo dell’Educazione Ambientale, al fine di promuovere lo scambio di buone pratiche e metodologie didattiche, organizzare iniziative comuni e di gestire congiuntamente la realizzazione delle azioni previste dal PIT.

La creazione di una “carta interattiva“ sarà lo strumento attraverso il quale saranno rappresentate le molte risorse e le opportunità che i territori offrono.

Il censimento è proposto a Scuole, associazioni, Enti pubblici e privati, agriturismi, strutture ricettive che svolgono attività didattiche nel campo dell’educazione ambientale sia in modo prevalente che parziale.

Prima della compilazione della scheda allegata e allo scopo di creare una base comune di riferimento sui concetti di Educazione Ambientale e Sostenibilità, vi proponiamo la lettura di un estratto dal documento: premessa alla scheda.

“Il SISTEMA di INDICATORI di QUALITÀ per la valutazione delle progettualità nell’ambito dell’Educazione Ambientale e alla Sostenibilità nel Sistema In.F.E.A. piemontese”.

Il documento redatto dalla Regione Piemonte – Direzione Ambiente Settore Sostenibilità, Salvaguardia ed Educazione Ambientale, approvato con D.G.R. n. 23-13301 del 15 febbraio 2010, è il frutto di un lavoro di concertazione che ha visto la partecipazione di buona parte dei collaboratori alla Rete Regionale di Servizi per l’Educazione Ambientale In.F.E.A. Per visionare il testo integrale collegarsi al seguente indirizzo:

www.regione.piemonte.it/ambiente/tutela_amb/dwd/siqua.pdf

La scheda di censimento sarà inoltre distribuita via e-mail a tutti i contatti che ci saranno indicati.

Per informazioni rivolgersi al Laboratorio Territoriale di educazione ambientale Pinerolese: telefono 0121 802585 – Corso Lombardini 2 Torre Pellice, TO.

Obiettivo

Creare una rete transfrontaliera di soggetti che operano nel campo dell’Educazione Ambientale, per:

  • promuovere lo scambio di buone pratiche e di metodologie didattiche;
  • organizzare iniziative comuni;
  • gestire congiuntamente la realizzazione delle azioni previste dal Piano Integrato Transfrontaliero.

Azioni previste

Censimento degli attori e delle risorse dei territori (esperienze, azioni e strumenti didattici) con lo scopo di:

  • realizzare una banca dati da diffondere per una migliore conoscenza reciproca;
  • ricercare di informazioni e avvicinare alle reti di educazione ambientale già esistenti su ogni territorio – Savoie Vivante, REMA, REE, CPIE, poli didattici, laboratori ambientali, reti alpine e reti europee.
  • organizzazione di scambi tematici in forma di seminari.

Scheda del censimento della rete [PDF]

Partners organizzatori

Maurienne: SPM Syndicat Du Pays de Maurienne, Grand Briançonnais / CCB Communauté de Communes du Briançonnais;

Italia: CMP Comunità Montana del Pinerolese e CMVSS Comunità Montana Val Susa e Val Sangone