Pinerolo e le valli: cammini di libertà tra arte e cultura

“Pinerolo e le valli: cammini di libertà tra arte e cultura” è uno dei diciannove piani territoriali di valorizzazione integrata del patrimonio culturale presenti nel territorio regionale ed è cofinanziato dalla Regione Piemonte e dal capofila, la Comunità Montana del Pinerolese. La governance del piano, che coinvolge 54 comuni per un totale di oltre 175.000 abitanti, è assicurata da un organismo politico (tavolo di coordinamento) e da uno tecnico (cabina di regia), costituiti dalla Provincia di Torino, dai comuni di Pinerolo, Cavour e Giaveno, Turismo Torino e Provincia, Centro Culturale Valdese, Diocesi di Pinerolo, GAL Escartons e Valli Valdesi. Il piano ha come finalità principale la creazione della rete delle risorse culturali, ambientali e produttive del territorio, attraverso azioni mirate alla conoscenza e alla promozione del Pinerolese, rivolte sia popolazione locale sia ai turisti e visitatori.

Una delle azioni prioritarie per il piano nell’immediato futuro è l’ideazione di un Centro di interpretazione della città e del territorio, previsto nella riorganizzazione dei musei civici di Pinerolo, nella sede di Palazzo Vittone.

Trae origine dal desiderio di valorizzare la storia, la cultura, l’arte, le tradizioni, il folklore, l’artigianato e l’enogastronomia della zona, per rafforzarne l’identità plurale in vista di un potenziamento dell’offerta turistica, con i seguenti obiettivi:

  • ottimizzare e qualificare il sistema dei beni turistico – ambientali – culturali – eno-gastronomici da mettere in rete e proporre come prodotto turistico secondo i criteri stabiliti dalla Regione Piemonte (standard museali, interpretazione e didattica, eventi)
  • migliorare la qualità delle proposte offerte al turista e la loro messa in rete.

Per maggiori informazioni sul progetto: www.pinerolovalli-artecultura.it