Tutela dell’ambiente ed educazione ambientale

Le Guardie Ecologiche Volontarie attualmente operanti nel Pinerolese sono circa 80, svolgono ogni anno un minimo di dodici servizi individuali di vigilanza ambientale e sono coinvolte nell’attività di educazione ambientale nella scuola dell’obbligo sui temi di conoscenza e rispetto dell’ ambiente.

Il coordinamento G.E.V. svolge le seguenti attività: gestione dei rapporti con la Provincia di Torino e gli altri organismi preposti alla vigilanza ambientale,riunione mensile periodica di coordinamento, aggiornamento e formazione, inoltro di segnalazioni e verbali agli enti competenti e rinnovo decreti. L’attività delle G.E.V. viene svolta in base a piani di lavoro redatti tenendo conto dei temi annuali specifici indicati dall’Ufficio di Coordinamento della Provincia di Torino.

www.provincia.torino.it/natura/protezione_ambientale/gev

Laboratorio territoriale per l’educazione ambientale

Il Laboratorio, con un’articolata rete di attori territoriali, promuove attività di educazione ambientale rivolte alle scuole e ai cittadini di tutto il Pinerolese, attivando finanziamenti Regionali, Provinciali, della Comunità Montana e dei Comuni: è uno dei dodici poli della Rete Regionale di servizi per l’educazione ambientale.

Il Laboratorio è centro di documentazione del materiale didattico prodotto in Piemonte ed ha attualmente una dotazione di circa 600 volumi: da gennaio 2009 aderisce al Servizio Bibliotecario Territoriale di Pinerolo, in rete con altre 83 biblioteche.

Nei suoi tredici anni di attività, ogni anno il Laboratorio ha predisposto e realizzato un articolato programma annuale, in particolare solo dal 2004 ad oggi sono stati realizzati 38 diversi progetti: tema principale di ricerca sono le condizioni che favoriscono l’affermarsi di un’”etica ambientale quotidiana”, cioè i piccoli comportamenti di ogni giorno, che, proprio perché ripetuti in modo continuativo e da tante persone, possono avere grandi effetti positivi sull’ambiente.

Per poter porre l’educazione ambientale al servizio del conseguimento dei principali obiettivi strategici territoriali si è scelto negli ultimi anni di concentrare gli sforzi su due obiettivi che caratterizzano in modo saliente lo scenario ambientale locale e precisamente:

  • la riduzione della produzione di rifiuti alla fonte e l’ incremento della raccolta differenziata.
  • la riduzione delle emissioni di inquinanti in atmosfera in relazione a mobilità ed energia.

Nell’ultima annualità completa di interventi di sensibilizzazione sono stati coinvolti oltre 2500 cittadini adulti e circa 1700 studenti ( e relativi 110 insegnanti e 12 dirigenti scolastici)

Per il periodo 2011/12 è prevista l’attuazione del Programma del Laboratorio composto da otto diversi progetti rivolti alle scuole e al territorio.

Aree boschive

Le aree boschive coprono una gran parte del territorio della Comunità Montana. Si tratta perlopiù di boschi naturali con pochi ettari di rimboschimenti principalmente larici, abeti, e pino silvestre. Parte dei boschi presenti sono di proprietà comunale. Nel corso del 2007 le proprietà forestali comunali di Salza di Pinerolo, Massello, Roure, Fenestrelle, Pragelato e Usseaux hanno ottenuto la certificazione della gestione forestale secondo lo schema PEFC. Il PEFC è una norma riconosciuta a livello internazionale che definisce una serie di criteri e indicatori della “gestione forestale sostenibile” (GFS), ovvero parametri quantitativi e qualitativi che permettono di valutare le performance ambientali e la sostenibilità dei sistemi di gestione forestale.

Nel Pinerolese l’allevamento zootecnico copre tutto lo spettro di produzioni possibili con particolare riguardo alla produzione di carne e di latte.